Premessa

UELCAM!

Caro Visitatore, benvenuto nel MIO blog.
Se non ti piace, sei libero di digitare altro
nella tua barra degli indirizzi.
Non frantumare le mie povere ovaie
con inutili commenti idioti,
perché verranno prontamente eliminati.
Soprattutto se anonimi o grammaticalmente sbagliati.
Quindi: o la prendi con ironia o la prendi nel culo.
A te la scelta.
Poi, de gustibus...
Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 27 gennaio 2011

Vacuum

non lo so.
non lo so, non ce la faccio.
non riesco a rialzarmi.
qualcuno mi deve aiutare, davvero, perché io stavolta non ce la faccio.
non riesco a respirare, non riesco a pensare, NON SENTO NIENTE.
niente.
non...non lo so.
non so nemmeno che ore sono, non riesco a dormire da giorni, ormai. piango lacrimoni GIGANTESCHI.
non riesco a fermarmi e non so perché.
perché non sento niente? perché non c'è nessuno che riesca a darmi quello che voglio?
eppure non voglio tanto, cazzo.
un minimo di attenzione, un'accortezza, QUALCOSA.
non ce la faccio, stavolta.
sono tornata a passare ore a fissare il vuoto, al buio.
con la mente con mille pensieri insieme che sono talmente confusi da farmi girare la testa.
forse da 3 anni a sta parte non mi sono mai rialzata. forse mi sono solo rimessa in ginocchio.
fatto sta che mi sento cadere, mi sento vuota, mi sento...boh, non lo so.
non scrivevo di come mi sento da...un anno? due? non lo so.
non riesco a sentire più niente.
sto chiedendo aiuto.

7 commenti:

  1. Che tipo di accortezza di aspetti di ricevere dal genere umano, che ad occhio ti ha causato questa sofferenza?

    RispondiElimina
  2. Perdonami, erano parole dure, non erano necessarie.. mi sono espresso così perchè volevo capire cosa ti sta succedendo, magari per poterti dire qualcosa in più rispetto ai soliti "fatti forza" o "vedrai che passerà". Per quello che possano valere queste parole via chat, ti auguro di dimenticare o superare questo momento, di tornare a vivere come ti piace, con le persone che ami.

    RispondiElimina
  3. Non ne ho idea. Non lo so che cosa mi sta succedendo, non so il motivo della mia depressione, non so come riprendermi, non so niente.

    RispondiElimina
  4. Non rinchiuderti dentro te stessa a fissare il vuoto troppo a lungo. Piangi, urla, sfogati, scrollati di dosso tutto ciò che gli altri ti hanno caricato sulle spalle e alzati. Non permettere alle ombre del passato di dilaniarti, di rovinare ciò che hai costruito tu, con le tue mani. Non puoi dargliela vinta così

    RispondiElimina
  5. heh, non è facile, perchè non so cosa mi affligge. non saprei proprio dove cominciare.

    RispondiElimina
  6. Quando si parla del nostro io interiore, di ciò che ci caratterizza per davvero, la parola facile perde significato, secondo me. Purtroppo più che augurarti buona fortuna nel percorrere questa strada non posso fare altro, sta a te fare il primo passo.

    RispondiElimina