Premessa

UELCAM!

Caro Visitatore, benvenuto nel MIO blog.
Se non ti piace, sei libero di digitare altro
nella tua barra degli indirizzi.
Non frantumare le mie povere ovaie
con inutili commenti idioti,
perché verranno prontamente eliminati.
Soprattutto se anonimi o grammaticalmente sbagliati.
Quindi: o la prendi con ironia o la prendi nel culo.
A te la scelta.
Poi, de gustibus...
Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 30 giugno 2008

venerdì 20 giugno 2008

YAY!

Ritrovata la cartella degli sfigati in chat!
SI COMINCIA!

Tutto comincia da questo mio discorso:

[15:51:48] --- You are now known as angelinajolie
[15:51:56] <KhA`ronT> angelinajolie sce
[15:52:03] <KhA`ronT> te piacess :PP
[15:52:19] <svicolone_sky> uahuahuahauhauhauha
[15:52:26] <angelinajolie> mi immedesimo negli adolescenti di oggi :D
[15:52:43] <angelinajolie> quelli coi nick CRETINI che ti querano e dicono "CIAO!!!!!!!!!!!!!!!!! DA DV DGT?????????????????"
[15:52:50] <angelinajolie> allora vediamo come funziona :o
[15:52:55] <svicolone_sky> uahuahauhauahuhauahuahuh
[15:53:02] <angelinajolie> ah fico ho già 6 query \o/
[15:53:09] <angelinajolie> non mi devo manco sforzare :D

E dopo un po':

[15:55:18] <angelinajolie> no ok basta, non riesco
[15:55:28] --- You are now known as Bimba^Robert|na

In 6 query, mi ha colpito una in particolare perché invece delle solite cagate iniziava così:

[15:58:36] <NevIL> potresti dire ke nn ti va di chattare
[15:58:43] <NevIL> a quelli con i nick cretini
[15:58:53] <NevIL> piuttosto ke prenderli x culo!
[15:59:39] <Bimba^Robert|na> infatti lo faccio.
[15:59:53] <Bimba^Robert|na> mo loro poi iniziano col "ma xkèèèèèèèèèèèèè ke ho fattooooooooooooo"
[15:59:54] <Bimba^Robert|na> ecc
[16:00:00] <Bimba^Robert|na> quindi non rispondo e stop.
[16:00:12] <NevIL> ah capisco
[16:00:21] <NevIL> tu previeni quello ke succederà dopo..
[16:00:37] <NevIL> tanto hanno tutti la stessa reazione!
[16:00:48] <Bimba^Robert|na> sono tutti uguali
[16:00:57] <Bimba^Robert|na> fatti con lo stampo :D
[16:00:57] <NevIL> e certo
[16:01:03] <NevIL> sfigati arrapati!
[16:01:12] <Bimba^Robert|na> bingo!
[16:01:42] <NevIL> ah ok
[16:01:44] <NevIL> adesso ho capito
[16:01:47] <NevIL> sai com'è
[16:02:01] <NevIL> essendoci in mezzo a sti sfigati ke nn ricevono risposta
[16:02:11] <NevIL> mi faceva piacere una spiegazione!
[16:02:14] <NevIL> grazie:)
[16:02:17] <Bimba^Robert|na> io non rispondo a nessuno
[16:02:20] <Bimba^Robert|na> che non conosco
[16:02:26] <Bimba^Robert|na> ma non vuol dire che tutti siano sfigati
[16:02:36] <Bimba^Robert|na> comunque già che scrivi con le K lo sei -.-
[16:02:57] <NevIL> ma fai la psikanalista
[16:03:03] <NevIL> o sei solo un esperta della chat?
[16:03:08] <Bimba^Robert|na> la 2^
[16:03:29] <NevIL> ma va...
[16:03:39] <NevIL> io chatto dai tempi della scuola
[16:03:48] <NevIL> e tu allora credo ke nn avevi ancora il pc!
[16:05:50] <Bimba^Robert|na> AUHUHAUHAUHAUHA
[16:05:57] <Bimba^Robert|na> dipende da quanti anni hai :°D
[16:06:12] <NevIL> sono sicuro di averne + di te!
[16:06:16] <Bimba^Robert|na> e cmq uno che scrive con le k al posto persino delle C è VERAMENTE uno sfigato :D
[16:06:19] <Bimba^Robert|na> e dì, dì!
[16:06:20] <Bimba^Robert|na> quanti?
[16:06:38] <NevIL> ma su ke base dici sa kosa degli sfigati
[16:06:40] <Bimba^Robert|na> mi devi dire la verità però
[16:06:43] <NevIL> io ho sempre scritto così
[16:06:48] <NevIL> xkè secondo me si fa prima!
[16:06:54] <Bimba^Robert|na> ma prima a fare che?
[16:07:00] <Bimba^Robert|na> ti costa tanto scrivere ch?
[16:07:05] <Bimba^Robert|na> invece di k?
[16:07:06] <NevIL> ne ho 22
[16:07:09] <NevIL> nn mi costa nulla
[16:07:17] <NevIL> ma è l'abitudine ormai
[16:07:17] <Bimba^Robert|na> eh ne hai quanti ne ho io
[16:07:25] <Bimba^Robert|na> e io il pc ce l'ho da quando avevo 4 anni
[16:07:28] <NevIL> nnci penso nemmeno quando lo scrivo
[16:07:30] <Bimba^Robert|na> appunto! un'abitudine sbagliatissima!
[16:07:36] <Bimba^Robert|na> e chatto da quando ne avevo 8
[16:07:39] <Bimba^Robert|na> quindi?
[16:07:46] <NevIL> tu una volta
[16:07:52] <NevIL> in chat nn c'eri
[16:07:58] <NevIL> o al max avevi un altro nome
[16:08:03] <NevIL> e lo so
[16:08:10] <NevIL> ne ho tante di abitudini sbagliate
[16:08:12] <Bimba^Robert|na> o al massimo stavo su altri canali, che dici?
[16:08:17] <NevIL> ke questa nn fa porpio nulla!
[16:08:31] <NevIL> nn lo so dov'è...
[16:08:33] <Bimba^Robert|na> e cmq in tutti questi anni ho cambiato tanti di quei nick
[16:08:40] <NevIL> ma chattiamo dallo stesso tempo
[16:08:46] <Bimba^Robert|na> oddio ma come parli? ma che stai a dire?
[16:08:53] <NevIL> e tu sembra ke capisci la gente dopo mezza parola...
[16:08:54] <NevIL> muà!
[16:09:00] <Bimba^Robert|na> da come scrivi non pare proprio che chatti da 14 anni come me.
[16:09:03] <NevIL> niente scusa!
[16:09:13] <NevIL> xkè?
[16:09:17] <Bimba^Robert|na> io CAPISCO la gente dopo mezza parola
[16:09:22] <NevIL> riesci a scoprire anke da quanti anni chatta uno
[16:09:25] <NevIL> da come scrive?
[16:09:30] <Bimba^Robert|na> esattamente. ^_^
[16:09:37] <Bimba^Robert|na> sono maaaaaga!
[16:09:42] <NevIL> vabè
[16:09:56] <Bimba^Robert|na> senti ma non devi chattà con qualche sfigata arrapata?
[16:09:59] <Bimba^Robert|na> e vai no?
[16:10:15] <NevIL> certo
[16:10:30] <NevIL> ero solo venuto a dirti
[16:10:43] <NevIL> se potevi evitare di prendere x culo tutti
[16:10:47] <NevIL> quando x quello ke ne so
[16:10:57] <NevIL> potresti essere tu la prima sfigata
[16:11:04] <NevIL> come lo sono in tante qui
[16:11:04] <Bimba^Robert|na> ma io prendo per il culo chi mi pare O_o
[16:11:13] <Bimba^Robert|na> ma non ho fatto nomi
[16:11:17] <NevIL> e si permettono anke di ricredersela in chat!
[16:11:38] <NevIL> certo fai bene...
[16:11:40] <Bimba^Robert|na> quant'èccarino che ha la coda di paglia ihih
[16:11:43] <NevIL> ti danno modo di farlo!
[16:12:09] <NevIL> si xkè le sento fare spesso queste affermazioni
[16:12:20] <NevIL> da ragazze ke poi vedendo
[16:12:23] <NevIL> in realtà
[16:12:32] <NevIL> nn possono propio permetterselo!
[16:12:40] <Bimba^Robert|na> stellì senti su ho perso già abbastanza tempo
[16:12:48] <Bimba^Robert|na> e tu hai scritto proPIO
[16:12:50] <Bimba^Robert|na> oddio.
[16:12:53] <Bimba^Robert|na> sfigato.
[16:12:55] <Bimba^Robert|na> sparisci.
[16:13:09] <NevIL> ma sta scema
[16:13:15] <NevIL> ricala un po!
[16:13:18] <NevIL> ciao
[16:13:21] <Bimba^Robert|na> non ne ho bisogno
[16:13:27] <NevIL> come no
[16:13:32] <NevIL> vai vai

Si torna ai vecchi tempi

[15:01:31] <mconcamsevuoi> dimmi che sei una porca
[15:09:44] <Robertina> ti dico di morire, se vuoi

Pescara città vicina

Stamattina sono andata a fare un colloquio: ennesimo call center. Ho sprecato tempo, benzina e una doccia per questo.
Ma non è niente, ancora.
Al ritorno (io ero in motorino) un tassista mi ha tagliato la strada come se fossi invisibile. Io per non andargli a morire sulla fiancata ho frenato bruscamente, cadendo e finendo sotto al motorino.
Tutto ciò è successo verso mezzogiorno e mezzo davanti alla STAZIONE di Pescara. C'erano circa 30 persone e NESSUNO si è degnato di darmi una mano a rialzarmi o a spostare il motorino.
Il tassista è rimasto in macchina a guardarmi senza proferire parola per qualche secondo. Poi è andato via mentre io rantolavo alla ricerca di una via d'uscita.
Alché, in preda alla rabbia, ho gridato: "ME LA DATE UNA CAZZO DI MANO?". Ma nessuno s'è mosso.
Ci pensate?
30 persone hanno assistito alla scena e sono rimaste tutte a guardare senza far nulla.
Ora mi chiedo: ma quanto è marcio sto mondo?

P.S.
Sto bene, solo un po' di gonfiore ad una gamba. Fortunatamente non è quella già malandata.

lunedì 9 giugno 2008

C'era una volta...

C'era una volta un'isola, dove vivevano tutti i sentimenti e i valori degli uomini: il Buon Umore, la Tristezza, il Sapere...e l'Amore.
Un giorno venne annunciato ai sentimenti che l'isola stava per sprofondare, allora prepararono tutte le loro navi e partirono, solo l'Amore volle aspettare fino all'ultimo momento. Quando l'isola fu sul punto di sprofondare, l'Amore decise di chiedere aiuto.
La Ricchezza passò vicino all'Amore su una barca lussuosissima e l'Amore le disse:
"Ricchezza, mi puoi portare con te?"
"Non posso c'é molto oro e argento sulla mia barca e non ho posto per te te".
L'Amore, poi, chiese all'Orgoglio che stava passando su un magnifico vascello:
"Orgoglio, ti prego, mi puoi portare con te?"
"Non ti posso aiutare, Amore... - rispose l'Orgoglio - qui é tutto perfetto, potresti rovinare la mia barca".
Poi, passò la Tristezza:
"Tristezza ti prego, lasciami venire con te"
"Oh Amore - rispose la Tristezza - sono così triste che ho bisogno di stare da sola".
Anche il Buon Umore passò di fianco all'Amore, ma era così contento che non sentì che lo stava chiamando.
All'improvviso una voce disse:
"Vieni Amore, ti prendo io con me". Era un vecchio che aveva parlato.
L'Amore si sentì così riconoscente e pieno di gioia che dimenticò di chiedere il nome al vecchio. Quando arrivarono sulla terra ferma, il vecchio se ne andò.
L'Amore si rese conto di quanto gli dovesse e chiese al Sapere:
"Sapere, puoi dirmi chi mi ha aiutato?"
"È stato il Tempo" rispose il Sapere.
"Il Tempo?" si interrogò l'Amore, "Perché mai il Tempo mi ha aiutato?".
Il Sapere, pieno di saggezza, rispose: 
"Perché solo il Tempo è capace di comprendere quanto l'Amore sia importante nella vita".

Vuoi prendere la strada comoda perché hai paura. Perché se ci provi e fallisci puoi prendertela solo con te stesso. Beh, ho una cosa sola da dirti: la vita fa paura, abituati. Non esiste nessun rimedio miracoloso, dipende tutto da noi. Quindi metti i piedi a terra e inizia ad impegnarti sul serio!
E se è troppo difficile?
Ho solo questo da dirti: nella vita le cose che contano non si ottengono mai con facilità.

Ce l'ho con... La rubrica di Alessandro Nardone

Ragazzi, vi presento un nuovo momento di profonda cultura: la rubrica di Alessandro Nardone "Ce l'ho con...". Andrà in onda nei giorni del quandocapita con intervalli di echilosa.
Oggi si discute di...

Ce l’ho con… gli MMORPG


L’acronimo mmorpg (massive multiplayer online role-playing game) identifica un gioco di ruolo per computer o console che viene svolto tramite internet contemporaneamente da più persone. Migliaia di giocatori possono interagire interpretando personaggi che si evolvono insieme al mondo persistente che li circonda ed in cui vivono. L’obbiettivo quindi è incarnare un personaggio; virtuale, e muoverlo qua e là nell’ambientazione creata dai programmatori. Lo scopo principale è quello di socializzare con gli altri giocatori simulando ed eseguendo azioni che sarebbero nella vita reale impossibili. Trovarsi in quelle situazioni, dover prendere delle scelte, rende il video-gioco diverso dalla realtà, ma culturalmente con gli stessi meccanismi.
Un noto sociologo definisce il gioco come:

[…] uno spazio in cui i significati vengono costruiti attraverso la partecipazione all’interno di un luogo condiviso e strutturato, un luogo di sicurezza e fiducia limitate, in cui i giocatori possono abbandonare la vita reale senza correre rischi e impegnarsi in un’attività che è dotata di senso nel suo eccesso governato di regole. […] il gioco è composto da quattro dimensioni. 1.Agon: competizione; 2.Alea: fortuna; entrambe obbediscono alla stessa legge: la creazione artificiale, fra i giocatori, di condizioni di assoluta uguaglianza che la realtà nega invece agli uomini. 3.Ilinix, possessione di tipo fisico e infine 4.Mimicry, identificazione, mascheramento, il piacere nel passare per un altro.
(Why study the media? – Roger Silverstone “99)


Le sue affermazioni datate 1999 sono divenute ormai antiquate con il crescente espansionismo, ogni anno sempre più, dei giochi di ruolo online. Il videogiocatore seduto davanti al computer non si trova più nel luogo di sicurezza e fiducia descritti da Silverstone; non si trova più in una situazione di assoluta parità e uguaglianza che la realtà nega agli uomini. Nei giochi online di ultima generazione e neanche tanto ultima il gioco riproduce, le dinamiche che caratterizzano la vita reale. Differenza di Status, forza, oltre che pregiudizi, giochi di potere e nonnismo sono alla base di questa esperienza virtuale, con la regola del: chi prima arriva e chi più gioca; più è forte e più governa. Tour de force per raggiungere in meno tempo possibile il livello più alto così da capitanare e controllare nonché ostacolare il più piccolo, in gergo “il niubbo” sono all’ordine del giorno.

La persona, che potremmo definire debole, si rifugia nel suo mondo virtuale, (non tanto suo) per fuggire dal mondo reale, che teme e che non è in grado di affrontare; la cosa paradossale e che anche nel secondo mondo trova un clima che gli è avverso, in cui se non sei del livello massimo non sei nessuno. Il gioco è cultura del “come se” per eccellenza; e nessuno vuole interpretare lo sfigato anche nel mondo virtuale, creando un circolo vizioso senza fine.

Bisogna non generalizzare, ovviamente nei giochi di ruolo online molte persone si svagano e si divertono tranquillamente, ruolando e simulando personaggi completamente diversi dalla loro personalità, ed è lì che risiede tutto il divertimento. Continuando con una citazione di Silverstone possiamo aggiungere: In queste attività c’è del piacere, il piacere del gioco ben giocato, la mossa ben fatta, l’occasione ben sfruttata, il rischio corso con buon esito, la sfida ben condotta, la supposizione che coglie nel segno, il sogno appagato. C’è piacere nel partecipare, nell’avere compagni di avventura e nella rivalità, nell’osservazione, nell’identificazione, nella sublimazione, nella regressione, nel gioco e nella giocosità.

Il bambino che gioca abita in un’area che non può essere facilmente lasciata, quest’area del gioco non è psichica, interna. Essa è fuori dall’individuo, ma non è il mondo esterno.
(Winnicott, 1974)

Fanno sesso nel confessionale. Penitenza: una messa riparatrice


MILANO — I carabinieri del Comando di Compagnia di Cesena pensavano ad uno scherzo quando, domenica mattina poco dopo le 7, hanno ricevuto una telefonata proveniente dal vicino Duomo della città romagnola: «Sto seguendo la funzione mattutina e da uno dei confessionali della cattedrale provengono gemiti e rumori sospetti», diceva una voce alquanto agitata.

Non era uno scherzo. All'interno del confessionale i militari hanno infatti sorpreso E.B., 32 anni di professione educatrice, e G.S., 31 anni operaio, entrambi incensurati. I due erano impegnati in un appassionato rapporto orale. Nonostante l'intervento dei carabinieri, la messa è stata interrotta solo per pochi istanti e poi portata a termine come se nulla fosse successo. E chi sedeva nelle prime file non si è accorto di nulla. Nei confronti della coppia, immediatamente condotta in caserma, sono scattate tre denunce: atti osceni in luogo pubblico, turbamento di funzione religiosa e atti contrari alla pubblica decenza. «Siamo atei e per noi fare sesso in chiesa è come farlo in qualsiasi altro posto», si sono giustificati E.B. e G.S. con i carabinieri.


Monsignor Antonio Lanfranchi (Emmevi)Al Corriere di Romagna la donna, cultrice di moda e musica dark, ha anche dichiarato che «prima di domenica, nella mia vita ero entrata in chiesa solo un'altra volta». La gente chiacchiera e la vicenda è diventata l'argomento di questi giorni nei bar di Cesena dove è immediatamente partita la caccia per individuare i due protagonisti. Che, per ora, hanno deciso di rimanere chiusi nelle rispettive abitazioni senza aggiungere altro sul perché di quei pruriti sessuali sfogati in confessionale e di primo mattino. Monsignor Antonio Lanfranchi, vescovo della città, si dice «molto amareggiato» per quanto accaduto ed è immediatamente corso ai ripari. Venerdì prossimo, alle 21, verrà celebrata una messa per riparare all'offesa ricevuta. «Siamo rimasti spiazzati, non era mai successo prima. Così abbiamo consultato un esperto di diritto canonico e tra i canoni c'è la possibilità di indire una funzione riparatrice se l'offesa è particolarmente grave», dicono dalla diocesi cesenate. Il vescovo invita «tutti i fedeli ad intervenire per pregare e riparare all'affronto subito. Si tratta di un atto che offende la nostra comunità cristiana e che denota totale mancanza di rispetto verso le persone». Nessun giudizio da parte di monsignor Lanfranchi nei confronti della coppia: «Non giudichiamo le persone, ma quello che hanno compiuto». Se ne parlerà venerdì durante la messa riparatrice

TUTTO-IL-MIO-RISPETTO.
PERCHÈ non ho avuto genitori così?! PERCHÈ!!

domenica 8 giugno 2008

Indiana Jobs

Papparappàààààààà! Papparàààààààààà! Papparappàààààààààààà! Pappà-rà-pà-pà!
È la musichetta di Indiana Jones, ignoranti. -.-

sabato 7 giugno 2008

venerdì 6 giugno 2008

There’s a part of me you’ll never know
The only thing I’ll never show.
Hopelessly
I’ll love you endlessly
Hopelessly I’ll give you everything
But I won’t give you up
I won’t let you down
I won’t leave you falling
If the moment ever comes

It's plain to see
It’s trying to speak
Cherished dreams forever asleep.

Hopelessly
I’ll love you endlessly
Hopelessly I’ll give you everything
But I won’t give you up
I won’t let you down
I won’t leave you falling
If the moment ever comes

mercoledì 4 giugno 2008


Una settimana fa sarebbe stata una bella immagine...
Tanti auguri a Noi.