Premessa

UELCAM!

Caro Visitatore, benvenuto nel MIO blog.
Se non ti piace, sei libero di digitare altro
nella tua barra degli indirizzi.
Non frantumare le mie povere ovaie
con inutili commenti idioti,
perché verranno prontamente eliminati.
Soprattutto se anonimi o grammaticalmente sbagliati.
Quindi: o la prendi con ironia o la prendi nel culo.
A te la scelta.
Poi, de gustibus...
Si è verificato un errore nel gadget

venerdì 30 giugno 2006

Al funerale col telefonino per immortalare il morto

È la nuova moda che impazza in Giappone: tutto si fotografa, tutto si condivide, perfino l'ultimo addio

Che i giapponesi siano dei veri appassionati di tecnologia non è solo un luogo comune. L'ossessione dei telefonini in particolare ha raggiunto livelli tali da prendere delle pieghe decisamente bizzarre, con tanto di partecipanti ai funerali che usano il cellulare per fare l'ultimo foto al morto.

«Penso che questa gente non rispetti il defunto. È fastidioso», ha dichiarato una donna che si occupa dell'organizzazione di funerali al quotidiano "Mainichi Shimbununa". «Ad una cerimonia, diverse persone si sono riunite intorno alla bara - ha spiegato - e hanno fotografato il corpo mentre veniva preparato per la cremazione. Sono sicura che i deceduti non avrebbe mai voluto esser fotograti».

Ma la cosa non scandalizza più di tanto molte persone, che la ritengono una forma di memento dell'età moderna. «Alcuni non possono afferrare la realtà senza fare una foto e condividerla con altri... Arriva dal desiderio di mantenere un forte legame con il deceduto» ha detto il commentatore sociale Toru Takeda al giornale.

Nessun commento:

Posta un commento